Google+

martedì 8 febbraio 2011

Il cinematografaro Checco Zalone

Ieri sera sono andato al cinema per vedere il film "Una bella giornata" di Gennaro Nunziante con Checco Zalone e Nabiha Akkari come principali interpreti, era ormai un dovere visto quello che ho già scritto dei due qui, quindi mi sono recato nell unico cinemino che si trova nella mia città per sorbirmi...no per gustarmi prima di tutto la bella Akkari  e poi per vedere se effettivamente il grande incasso di questo film in Italia, corrispondesse al reale merito di Zalone e del suo regista.
Mi son trovato seduto vicino a una coppietta molto amorevole che mi è utile per descrivere il distacco tra il comico e il sesso, si perchè avevo letto in un saggio che i comici non sono mai erotici, compresi i clown dei circhi...sembrerebbe che eros e riso non si sposino per niente.
Prima di iniziare lo spettacolo noto la "lei" di questa coppietta tutta intenta a confrontare la sua mano con quella del suo "lui"....la metteva a confronto insieme all avambraccio, le teneva entrambe ferme bene verso l alto come per fare "marameo" con due mani e due avambracci, una femminile e una maschile, poi le guardava tenendo bene aperte le dite a raggiera, delle belle mani, la sua davanti a quella maschile con un braccialetto d oro bianco sottile con degli zirconi credo, un piccolo anello....
Inizia il film e si inizia a ridere subito per quell esilarante sito internet di Checco che appare sul grande schermo, il sito dell agente di sicurezza Zalone...nel frattempo le due mani della coppietta sembrano essersi incollate sopra alle gambe di "lui"....saranno passati 20 minuti in quello stato di "tostazione" naturale delle mani e io cominciavo a dubitare di quel saggio sul comico, oppure gli si erano fuse le dita non so! fatto sta che quando tutto il pubblico ride all unisono e a me parte l elastico dell ortodonzia a sinistra e sento...SNAP! in bocca (lo sento solo io)...mi accorgo che i due si sono divisi! "lei" riprende possesso del suo arto riscadato e il mio film può proseguire senza piu dubbi, il comico puro allontana l eros, ora è appurato!
Ma perchè Zalone piace tanto al cinema? risposta mia: perchè piace tanto in TV!
Lui fa semplicemente quello che è il suo mestiere in trasmissioni come Zelig, cioè gag e battute...se queste non appaiono evidenti è solo perchè è riuscito a trasformare tutto il film in una grande gag, si ha l impressione di assistere ad film con una sua trama ma poi ci si rende conto che alcune scene non avrebbero nessun senso in un film "normale" come ad esempio la bomba destinata alla madonnina del duomo di Milano che si scopre essere finta e che funziona come telecomando per far saltare guarda caso il luogo dove il suo amico si sta per appartare con la sua "cessa" dopo anni di triste celibato...mentre la protagonista femminile si invola con il suo pericoloso fratello terrosta, ridono sull aereo come due idioti del mancato attentato, tanto "ci pensa Checco a distruggere la loro storia" dice lei al fratello che durante il film sembra un bel tipo che potrebbe sfilare per una firma di moda, con la faccia truce, patita, sofferta.
E questa è solo una delle scene che qualsiasi sceneggiatore non scriverebbe mai se non sotto costrizione fisica...però si ride! magari poco ma si ride! come in un enorme gag, Zalone si muove e parla allo stesso modo in tutto il film come un cartone animato, si ride anche tanto, tutti insieme...e poi prima dell uscita del cinema ci si rende conto che le cose non tornano come ad esempio la scena assolutamente gratuita della febbre altissima con delirio della protagonista, messa li apposta perchè emoziona, piace...e infatti anche io mi emoziono come un fesso perchè penso...chissà cosa le sarà capitato poverina! come farà ora! e poi che succede di quel fatto? perchè stava male? come è guarita?...non si sa! è tanto bello cosi! perchè sottilizzare no!? chi vede i comici in TV si fa tante domande?
Ricordo che Zalone era andato da Lorella Cuccarini per lanciare il suo film, li si diceva contento facendo un paragone molto velato e sottovoce (ma che hanno sentito tutti) con i grandi della commedia italiana, ecco quello che non va! non che questo film sia veramente gradevole o meno, ma che Zalone lo veda com un simile di grandi film come quelli in cui c erano  Totò Sordi Tognazzi Gasmann e tanti altri, non mi risulta che questi abbiano mai fatto film senza una sceneggiatura che abbia un senso storico vero.
Comunque il cosiddetto film è stato gradevole, la Akkari è veramente molto bella se ben truccata perchè all inizio del film non sembra niente di particolare, quindi lei vale già un buon 50% del biglietto, poi gli attori piu conosciuti come Tullio Solenghi e Ivano Marescotti sono bravissimi.
Film comico finito, si accendono le luci, quindi ritorna timidamente l eros, i due fidanzatini escono con poco o nulla nella testa ma molta energia da consumare amorevolmente insieme! viva Zalone!!!