Google+

venerdì 3 giugno 2011

Nicole Minetti la Eva d' Italia


Ecco un esempio di come i giornali maschili amano rappresentare una donna, il fotografo in questo caso ha fatto un piccolo capolavoro di asservimento alla causa maschia di GQ di questo mese, non solo ha fatto una fotografia tecnicamente ineccepibile del volto di questa nota donna, ma ha anche messo tutti gli attributi desiderabili di rassicurazione, sottomissione, asservimento, porcaggine che tanti lettori vorrebbero da una donna simile a questa Nicole Minetti.
E così mirabilmente rappresentativa questa immagine che non si capisce se sia stata la modella a cercare il fotografo, oppure se sia stato questo a cercare lei.....mi sembra di vedere un buon acquisto, una macchina d occasione come se fosse nuova di zecca.
Andiamo punto per punto per capire cosa intendo per rassicurazione e altro...

1- come si crea un immagine nuova patinata da un personaggio abbondantemente sputtanato da varie intercettazioni pubblicate su tutti i giornali, che parlano di prostituzione e di induzione alla prostituzione?
Se non è immacolata, basta farla diventare tale, se ha un immagine sporca per l immaginario pubblico, basta vestirla di bianco con uno sfondo bianchissimo paradisiaco e per dare l idea del docile asservimento basta fargli una bella pettinatura anni 50 che tanto ricorda le foto ingiallite di donne sacrificate alla famiglia. 

2- come fare felici quelli che vogliono vedere una donna che appare come servizievole???
Si nota abbastanza bene che è stata fotografata col collo inclinato in avanti mentre gli occhi osservano l obiettivo (in modo innaturale perchè gli occhi dovrebbero guardare in basso quando il collo è inclinato in basso), un collo non troppo inclinato però...quel tanto che basta per dargli quell aria di sottomissione (pentimento per aver commesso atti "impuri") che tanto è necessaria all asservimento senza farlo capire troppo (si poteva anche fare uno scatto dall alto, ma questo avrebbe accentrato l attenzione sull abbondante seno di cui è ampiamente dotato questo soggetto), quindi è bastato far inclinare il collo quel tanto con vari scatti di prova, un lavoro di precisione, di grande attenzione e studio....

3-quale servizio si può maliziosamente immaginare che questo soggetto faccia?
E ampiamente conosciuto il tipo di pratica sessuale che popolarmente si attribuisce a questa Nicole Minetti, quindi una volta costruita l immagine come descritto ai punti 1 e 2 non rimane altro al fotografo, che far parlare il corpo e l espressione del soggetto stesso....sono più che esaustive le qualità di Nicole!! non ha forse un bel seno "pompato" come va di moda?  non ha forse i labbroni come due bistecche fresche del macellaio? (si noti il trucco delle labbra che non è rosso vivo come di solito capita di vedere su queste bellone in copertina, ma naturale e discreto) non ha forse delle belle sopracciglia angolate come certi attori? non ha forse qull espressione vaga e desiderabile di tante oche umane???... a questo punto, all uomo che guarda basta far volare la fantasia...non occorre altro!
Ecco Eva, sottomessa, servizievole e porca quel tanto che aggrada...ecco l Eva d Italia che GQ rappresenta per i suoi affezionati lettori.