Google+

venerdì 27 luglio 2012

Le FEMEN attaccano il "Papa" dei russi!!!

E sbalorditivo quello che è successo oggi all aereoporto vicino a Kiev quest oggi, le FEMEN hanno avvicinato il patriarca russo Kirill (che equivale per importanza al Papa della città del Vaticano che abbiamo a Roma) arrivato in visita in Ucraina. Sbalorditivo perchè la sicurezza speciale riservata a una visita così prestigiosa, con tanta polizia, con militari e agenti dei servizi segreti....non è riuscita a evitare l attivista delle FEMEN, Yana Zhdanova che è riuscita ad avvicinare il "sant uomo" come un proiettile, rapida, veloce e urlante. Ovviamente come da tradizione FEMEN era in topless con delle scritte sulla pelle e ovviamente è stata presa in mezzo tra preti e agenti in borghese che l hanno portata via trascinandola come si vede nel video.
L azione denominata "Kill Kirill" (parafrasando il film Kill Bill di Quentin Tarantino) a Yana è costata 15 giorni di galera, questo è il loro articolo tradotto che parla del processo risoltosi con la massima pena prevista in casi di teppismo.  
Ora a Kiev ci saranno sicuramente molte questioni scottanti da risolvere su chi avrebbe dovuto garantire la sicurezza da un vero attentato, cosa sarebbe successo se al posto di quella bella biondina ci fosse stato un vero terrorista imbottito di esplosivo!? La figura degli incapaci hanno fatto, ecco tutto! Una figura di incompenza di fronte alla Russia e all Ucraina, insieme.
Incompetenza che si sposa benissimo a tutte le schifezze che avvengono in Russia e in Ucraina, di cui anche il clero è partecipe se non causa diretta (si veda il mio ultimo articolo sulle Pussy Riot e quelli precedenti).

Per vedere l articolo dell azione "Kill Kirill" tradotto con tutte le foto andate qui.




la "terrificante" Yana Zhdanova

FEMEN nel mio Evernote
FEMEN nel mio Pinterest