Google+

lunedì 25 giugno 2012

La speranza strumentale del femminismo italiano

Il nuovo portale delle donne italiane femministe in rete è stato varato da pochi giorni, finalmente le sgallettate italiche possono abbeverarsi di sapienza femminista nel loro sito principale e io gongolo nel trovare una pagina di questo sito dedicata ad un "manifesto", anzi al manifesto delle femministe! Che bello!....penso....una specie di pensiero distillato e sintetizzato in una pagina con affermazioni ben precise che fa chiarezza in tutto il femminismo!....Allora vado a vedere e trovo più un pastrocchio di cose varie piuttosto che uno scritto con affermazioni e regole ben precise, una specie di insieme di cose dette e discusse in passato che sembrano in questo spazio una affermazione definitiva. Insomma sembra che chi ha scritto questo sacro papiro sia proprio convinto di quello che scrive (povera lei e povero anche io), voglio per il momento soffermarmi sulla parte iniziale che mi stuzzica un godimento perverso....

"La guerra, la povertà e la distruzione ambientale non sono ineluttabili."

Questa decisa affermazione la trovo un esempio di banalità e di pornografia mentale della Speranza, leggendo queste parole iniziali del sacro papiro femminista, la speranza che è in noi si comporta come la prostata umana nel dopocena con una donna eroticamente disponibile prima dell rapporto sessuale ....cioè comincia a fare il suo lavoro, piano piano...senza che il soggetto ne sia pienamente cosciente. Così fanno queste femministe italiane con la mente delle altre donne di passaggio in questo sito, la stimolano verso la loro direzione, la seducono, la solleticano.....che strano però! Le stesse parole vengono usate anche da molti altri gruppi sociali, ad esempio i politici, i sacerdoti, i cinematografari di Hollywood i pubblicitari....sembra proprio che la speranza sia un ottimo affare, un ottima "leva" per gestire l umanità! Anche la paura è ottima per ordinare le masse ma la strumentalizzazione della speranza si rivolge secondo me più ai folli che alle masse in genere, e visto che di folli è pieno il mondo.... 
Malgrado tutta questa brava gente che ci amministra, che ci indica cosa fare da millenni....la guerra c è ancora e si programmano ogni giorno nuove guerre, nuovi attentati terroristici....da una parte la scienza medica è sempre più in grado di risanare un uomo ferito da un arma ma dall altra la scienza militare è ancora più avanzata nell danneggiare e/o uccidere un essere umano, questa è la follia in poche parole! 
Le femministe italiane con le loro speranze sono entrate/rientrate anche loro nel gioioso club della follia per alimentare la stessa follia di chi odiano maggiormente, sono una specie di contro altare all interno della follia, l altra faccia della medaglia, la faccia anticonformista, quella "buona".


Io mi chiedo...anche le FEMEN si associeranno alle "figate" delle femministe italiane?