Google+

mercoledì 28 agosto 2013

Le FEMEN accusate di detenzione di armi a Kiev



Ieri è arrivata l ennesima porcata da parte dei servizi segreti e della polizia ucraina ai danni delle +FEMEN, il ritrovamento di una pistola della seconda guerra mondiale e una bomba a mano, nel loro ufficio di Kiev.
I fatti si sono svolti nel modo più prevedibile e scontato in questi casi in cui si vuole incriminare qualcuno. Nel loro sito le FEMEN hanno detto di essere state chiamate dalla polizia per un allarme bomba (una telefonata anonima aveva avvertito la polizia che nel loro ufficio ci sarebbero stati degli espolosivi ), subito dopo la telefonata sono arrivati degli agenti specializzati in questo tipo di allarmi con i metal detector e un cane, hanno fatto uscire per qualche minuto le ragazze dal loro ufficio e poi le hanno richiamate all interno, nei video sotto è possibile vedere come si sono svolte le cose durante la perquisizione.Sono spuntate fuori una pistola e una piccola bomba a mano con le foto di Putin e del "papa" russo Kirill, oggetti che le FEMEN sostengono di non avere mai visto prima, loro sostengono che a mettere quelle armi sono stati gli stessi agenti dopo che le hanno fatte uscire dall ufficio per poi incriminarle, io invece credo che a fare "il lavoro sporco" non sia stata la polizia ma i soliti servizi segreti, perchè come si può notare dalle immagini, la porta dell ufficio non è una porta con una serratura difficile da aprire per chi sa entrare nella maggioranza delle porte senza bisogno di scassinare nulla, quindi è probabile che i poliziotti ucraini non abbiano fatto altro che il loro mestiere.
Ora le FEMEN sono in grossi guai legali perchè in Ucraina c è una pena da 2 a 5 anni di carcere per chi detiene armi illegalmente.
Le FEMEN hanno detto che ora chiuderanno il loro ufficio di Kiev per trasferirsi a Parigi, però ora la giustizia ucraina dovrà fare un processo su questa questione ed è prevedibile che alcune di loro verranno arrestate.
Qui e qui trovate i loro articoli in italiano, sotto ci sono le foto e i video che ritengo più interessanti.

Faccio notare che i più importanti quotidiani italiani non hanno detto ancora nulla da ieri ;)

 
Anna Alexandra Yana













FEMEN nel mio Evernote
FEMEN nel mio Pinterest