Google+

domenica 4 ottobre 2015

L' ossessione del placebo e l omeopatia alla trasmissione "Patti chiari" in Svizzera

Lo scorso sabato mattina, sul sito della TV Svizzera-Italiana RSI, è stato pubblicato il video della trasmissione Patti chiari che aveva per oggetto (almeno così sembrava...) l omeopatia e la disputa tra persone favorevoli o contrarie all omeopatia, visto il lancio pubblicitario che annunciava questa sfida sul sito e nella loro pagina Facebook. Bene, un minimo di dialogo, c è stato, ma NON intorno all omeopatia e al malato come sarebbe stato ovvio ascoltare....nooo! Intorno alla solita ossessione materialista che gli uomini della scienza materialista hanno nei confronti dell omeopatia...il placebo! Di nuovo, per l ennesima volta, il "mattone", l ossessione, che tutti gli allopati di fede materialista hanno in mente quando sentono, anche da lontano, la parola omeopatia, omeopatico, omeopatici....
Questa ossessione reiterata, anche in questo programma di divulgazione, era facilmente visibile fin dall inizio da come il conduttore Lorenzo Mammone metteva l attenzione principale sull "oggetto" omeopatia che era sistemato in bella vista vicino alla signora Bruno.
Oggettivando l omeopatia in quei prodotti da studiare e analizzare, si è compiuto il solito sbaglio di chi crede di essere "scientifico" di fronte al suo pubblico, concentrando l attenzione in un punto e lasciando ai margini il resto. Pubblico che, in gran parte, di fronte all omeopatia è curioso come un bambino di fronte a una scatola misteriosa....cosa ci sarà dentro!?? Si domanda la casalinga di Bellinzona! (parente con quella nostra di Voghera) E così Patti chiari corre a un noto istituto di farmacologia, guarda caso il Mario Negri del professor Garattini, per far vedere subito cosa c è dentro! Rapidi ed efficenti! Siamo in Svizzera cribbio!
In questo modo, non solo hanno fatto il solito "buco nell acqua" come chi li ha preceduti con questa oggettivazione, perchè in questo modo hanno messo il "nulla" al centro del dibattito (gli stessi omeopati sanno bene che nelle diluizioni centesimali c è ben poco di materiale e che oltre la 12CH non è presente nulla di materiale nella soluzione), hanno anche avvantaggiato gli oppositori/denigratori dell omeopatia in studio e in una registrazione, cioè il solito Silvio Garattini e il mio "cliente" preferito, il ginecologo Salvo Di Grazia! I quali, materialisti con il motto; omeopatia = placebo, si sono trovati a proprio agio come volevano per partecipare alla trasmissione.
Il professor Garattini non ha mai curato un solo malato in vita sua, come ha detto il dottore omeopata Dario Spinedi in trasmissione, infatti è un farmacologo e come si è ben capito in trasmissione ignora un qualsiasi testo in cui ci sono le sperimentazioni dei rimedi omeopatici sulle persone, cioè le cosiddette "materie mediche" che gli omeopati usano tutti i giorni. Avrebbe partecipato a questa trasmissione se gli avessero chiesto di discutere di questi testi che sono il fondamento clinico di questa medicina? Avrebbe partecipato se gli avessero chiesto cosa ne pensa del principio cardine dell omeopatia, il principio "dei simili"!? Lo stesso vale per Di Grazia!
I due si sono trovati con il loro oggetto preferito di studio e analisi, la materia tangibile e quantificabile. E così, con il supporto della conduttrice Paola Leoni, Di Grazia ha fatto il suo spettacolino trangugiando un enorme quantità (così sembra) di Belladonna 4CH, cosa già fatta da altri denigratori, quindi nulla di nuovo per chi conosce queste "uscite" da circo! (vedi al minuto 7,40)
Bravi! In questo modo barano sapendo di barare facendo il contrario di quello che dicono riguardo al corretto metodo scientifico, ovvero, prima parlano di voler essere oggettivi con i metodi oggettivi e controllati....e poi smentiscono essi stessi nella stessa trasmissione trangugiando dei granuli in una finzione televisiva! Sarebbe un metodo "scientifico" quello!? Un metodo non soggettivo e statisticamente controllato!? Dei fenomeni!!! Dei grandi ipocriti!!! :)
In più, Patti chiari e Di Grazia, così facendo riescono anche a disinformare facendo credere che il rimedio omeopatico Belladonna sia un rimedio contro l insonnia, quando non esiste nessun rimedio omeopatico con indicazioni specifiche precise!  

Ecco il tweet di Di Grazia in cui dice di aver trangugiato 80 granuli (che corrisponde a un tubetto con 4 grammi di granuli della Boiron), mentre nel video la conduttrice parla di due tubetti (della svizzera Schmidt Nagel) da 4 grammi l uno per un totale di 8 grammi e 160 granuli! Quindi ora abbiamo due bugiardi e complici, lui e la conduttrice Paola Leoni in un perfetto esempio di balla ben confezionata con tanto di stile cinematografico ben fotografato! Non mi delude mai Di Grazia! E stavolta si è dimostrato anche un bravo attore! :) 

E stata una trasmissione indirizzata in modo sbagliato, se io fossi stato invitato a difendere/spiegare l omeopatia non avrei assolutamente accettato, sapendo questo tipo di impostazione dell argomento e gli invitati della parte avversa!
Garattini e di Grazia sono noti come disinformatori da tutto il mondo dell omeopatia in Italia (in questo blog trovate vari esempi sulle balle che racconta di Grazia nella categoria "Omeopatia"), è stato assurdo da parte dei due omeopati accettare di partecipare a quella che si preannunciava come una "trappola mediatica"! Il vero e logico confronto sarebbe stato tra l omeopata Spinedi e l oncologo Cavalli perchè entrambi hanno in cura lo stesso tipo di malati, ma evidentemente le cose chiare e semplici sono sempre quelle più difficili!

Oltre all indirizzo della trasmissione, Patti chiari ha sbagliato anche nel metodo di indagine sui rimedi. Per dimostrarlo ho inserito questo fermo immagine sotto, in questa immagine sono presenti dei rimedi unitari e 4 rimedi complessi (nessuno ha fatto questa distinzione in trasmissione come nessuno ha parlato della differenza fondamentale tra omeopati unicisti e di omeopati complessisti/pluralisti e/o omeotossicologici che si spacciano per omeopati), di questi rimedi sono stati fatti analizzare SOLO 2 rimedi con la diluizione centesimale e non, ad esempio, il Similasan "Maux de tete" che contiene vari rimedi alla diluizione decimale, facendo un favore enorme ai fanatici del placebo. Cosa sarebbe successo nel dibattito se avessero scoperto che nelle diluizioni decimali c è qualcosa di molto più concreto rispetto alle centesimali presentate alle analisi!???
Meglio così per tutti...ma si, tanto non cambiava nulla! Notate infatti cosa combinano con le "famose" analisi al minuto 15,25, nessuna presentazione al pubblico di quello che effettivamente avrebbero trovato, nessun dato qualitativo/quantitativo di nessun genere! Solo una dichiarazione verbale da parte del responsabile, il dott Fanelli che dice poco o nulla! Per capire con un esempio, è come se ognuno di noi andasse a fare le analisi del sangue e gli dicessero a voce quello che hanno trovato senza specificare nulla! (alla faccia del "metodo scientifico"!) Chi mi dice che non raccontino balle anche in questo modo!?
E chi ha fatto l analisi NON è un istituto indipendente ma lo stesso istituto che dirige Garattini a Milano, questo non è assolutamente corretto in un confronto che dovrebbe essere imparziale! (forse in Svizzera si trovano sprovvisti di laboratori in grado di fare queste analisi!? Forse si fanno pagare molto salati per farle!? Forse Garattini ha fatto uno scambio del tipo..."io vi faccio le analisi gratis....e voi mi trattate con molto riguardo"!?)

Inoltre, proprio avendo oggettivato l omeopatia in un granulo, alla signora Bruno che dichiarava di non sapere che cosa fossero quei prodotti, non è stato chiesto se effettivamente quello che gli prescriveva i rimedi fosse veramente un omeopata e soprattutto che tipo di omeopata, nessun interesse in tal senso da parte del conduttore!

(clicca sull immagine per ingrandire)


In fin dei conti è stata una trasmissione surreale, un dibattito con al centro il nulla, cosa che entrambe le parti sapevano ancora prima di partecipare, una trappola mediatica abbastanza ben riuscita, un riascoltare le solite balle...."ma lei li tratta bene!" rispondeva Garattini a Spinedi che reclamava l efficacia delle cure nella sua clinica! Come se quella clinica sia un albergo a 5 stelle con medici e infermieri premurosissimi mentre nei reparti di oncologia di un ospedale italiano ci siano degli insensibili burocrati che trattano i pazienti come numeri!!!
Ecco perchè guariscono o migliorano! Perchè li coccolano bene e anche le mucche svizzere-italiane ormai lo sanno! Una "carezza"....e la mastite se ne va! W il placebo!!! :)

Aggiornamento dell 8/10/2015:
Ruggero Po, il conduttore di Zapping su Radio1, ha pubblicato ieri in un podcast una sua intervista a Garattini, io ripubblico qui sotto l intervista perchè ho notato una domanda di un ascoltatore che mette in dubbio i mezzi che la scienza di Garattini ha per indagare i rimedi omeopatici. Domanda molto importante perchè è logicamente inutile indagare una cosa senza avere i mezzi appropriati e adeguati! Questa sembra una cosa ovvia ed evidente come il sole....ma Garantini non risponde, o meglio...risponde nascondendosi dietro il "nulla" che la sua scienza trova in quei rimedi, come uno si può nascondere dietro la gonna della mamma! Basta ascoltare con attenzione al minuto 10,35 per accorgersene!
Quello è il punto fondamentale che mina la credibilità di qualsiasi scienza che pretende di avere i mezzi ultimi e indiscutibili per indagare qualsiasi cosa, come la scienza materialista! Stabilire se la scienza che in questo momento indaga, abbia o non abbia i mezzi per indagare i rimedi omeopatici!
Invece di rispondere continuava a parlare del "nulla" perchè lui non vede altro che quello che la sua scienza vede! Perchè è infinitamente più facile nascondersi piuttosto che affrontare un avversario o almeno avere un pò di umiltà per ammettere di non essere eterni ed immutabili! Mi sembra molto semplice capirlo!...o no!? ;)



Aggiornamento dell 11/10/2015:
Ho scoperto che la clinica Santa Croce in cui lavora il dott Spinedi, ha un canale video su YouTube e in questo canale si trova il video che vedete sotto. Si tratta di una donna malata di cancro che è stata curata inizialmente in clinica e poi è stata seguita ambulatoriamente a casa, è guarita totalmente solo con l omeopatia!



Aggiornamento del 3/11/2015:
Inserisco il libro del dott Dario Spinedi "L omeopatia in oncologia"