Google+

lunedì 13 febbraio 2012

Le FEMEN manifestano contro Gazprom nel gelo della Russia

Credo che le FEMEN abbiano una particolare resistenza al gelo visto che di fronte all amministrazione della società russa Gazprom oggi c erano -25 gradi secondo l ANSA.
Tra di loro c era anche l artista Oksana Shachko che dopo essere salita su un edificio è ora in stato di arresto e in attesa di processo in Russia.
Oksana manifesta da un anno con le FEMEN, per questa associazione ha fatto delle maschere e dei dipinti secondo me molto ben riusciti come il fantasma terrificante di donna che trovate qui, lei è anche una ragazza bella ed estremanente combattiva.
Sono riuscito a tradurre con Google non dall ucraino ma dal russo (stranezze di Google), il testo ucraino di questa manifestazione che trovate nel loro blog ufficiale. 

Curiosamente il loro post è intitolato "Punto G" come se Gazprom fosse il punto del massimo godimento erotico delle donne! :) ...delle sante!....delle sante tutte particolari, sono queste ragazze!


Punto G
Comunicato stampa
13 febbraio 2012, 13:00
Quartier generale di Gazprom a Mosca
Promozione del movimento delle donne "Punto G" FEMEN

FEMEN razdrochili G-spot Putin ha attaccato il quartier generale della società Gazprom a Mosca.
Oggi, 13 febbraio alle ore 13.00, a -25 toplesc-attivisti in tutto il mondo hanno accusato Gazprom di "ladri Blu" nella manipolazione criminale del combustibile blu.
Gli attivisti del movimento delle donne hanno fatto irruzione nella Gazprom con i manifesti "= Miller Muller", "Stop ricatto del gas", "Stop the Gazprom". Approfittando della confusione, uno degli attivisti FEMEN Oksana Shachko issato la bandiera ucraina sul tetto della sede della Gazprom PPC. Dopo l'azione Oksana Shachko è stato arrestato, si trova ora nella stazione di polizia in attesa del processo
L'azione dedicato alla banda di Putin tenta di espandere i confini del mondo russo dal gas russo.
Gazprom moderna nelle mani di Putin come un ferro di saldatura a gas nelle mani di un camorrista e uno strumento di pressione psicologica sui paesi volatili in Europa.
La Gazprom azienda attraverso ricatti e corruzione, monopolio determina il prezzo del gas, porta acquisizioni raider dei sistemi nazionali di gazotranstportnyh, attingendo gazozavisimye paesi nati morti polit-economiche alleanze.
FEMEN contro Teror gas, Gazprom ampliato sullo stato dell'Ucraina al culmine del periodo freddo. FEMEN richiede una revisione dei prezzi del gas killer per l'Ucraina, fornita da predatori gas contratti Tymoshenko. FEMEN richiede Putin per fermare persuadere l'Ucraina a Euro-Asian molestie.


Oksana tutta inviperita sull edificio posto all ingresso di Gazprom


Sasha e le sue compagne dietro al cancello

Si noti dietro alle loro spalle la vastità e l imponenza di quegli edifici russi, questa sede amministrativa è praticamente una cittadina con migliaia di abitanti.
Nonostante l importanza di quello che questa Gazprom rappresenta anche per l Italia in questo periodo di gelo intenso, i giornali italiani di grande diffusione ignorano le FEMEN esattamente come quando sono venute in Italia, oggi su corriere.it e repubblica.it non c è alcun articolo dedicato a questa protesta, è presente solo il solito spazio fotografico a destra che repubblica dedica agli eventi "di colore" con una breve spiegazione sotto alla prima foto. Ora mi chiedo...cosa devono fare a queste ragazze questi russi arroganti per fare in modo che la stampa italiana scriva un articolo su di loro?... sparargli addosso? incarcerarle per almeno qualche anno?

Traducete dal russo con Google l intervista di Lenta.ru alla leader delle FEMEN Anna Gutsol.

Questo sotto è il video dell evento.



Se volete sostenere le FEMEN in Italia, andate alla pagina Femen-Italian Official Fanpage