Google+

venerdì 4 novembre 2011

Come ottenere i permessi di root in Android

Da pochi giorni c è un modo molto semplice e rapido per ottenere i permessi di root di Android, ho trovato il modo che mi sembra più semplice e ora lo espongo in sintesi.
Per chi non sapesse cosa fosse root e i permessi di root, spiego che root in iglese vuol dire "radice", in un sistema Unix come è appunto il sistema Android, la radice è la cartella che racchiude tutte le altre in un sistema di scatole cinesi, quindi chi ha i permessi per operare all interno di root ha il permesso di fare tutto quello che vuole in tutto il sistema senza nessuna limitazione.
In tutti i telefoni o i tablet con Android, root è sempre disattivato di serie per precauzione e anche per non farci fare cose sgradite a certi come ad esempio eliminare la pubblicità dai navigatori e i banner dalle applicazioni gratuite ;)
Si può "diventare" root cioè amministratori e non semplici utenti del nostro Android in poche mosse, premetto però che questo può invalidare la garanzia in alcuni terminali quando arrivano in assistenza per una eventuale riparazione anche se è una manovra reversibile e che in sostanza non modifica il sistema se non nella concessione di questi permessi, quindi è meglio che vi informiate sui forum in rete che trattano l argomento come ad esempio Batista70phone.net  e Telefonino.net prima di mettere in pratica questa guida.
Per precauzione raccomando di fare una copia dei dati contenuti nella memoria come ad esempio le fotografie anche se non si cancella nulla in questa manovra come invece capita in altri casi assai più invasivi, come ad esempio la sostituzione dell intero sistema Android.

La guida è una sintesi di queste due guide: chimerarevo e androidphone

Questo è il metodo: è necessario avere un PC con Windows dove scaricarci l applicazione SDK di Android  nella versione per Win che si chiama android-sdk_r15-windows.zip da questa pagina.
E questo file che funziona solo con Windows.



In Android 2.3... andate in impostazioni->Applicazioni->Sviluppo spuntate la voce Debug USB e abilitate anche l’installazione delle applicazioni sconosciute, poi collegate il telefono al PC con il cavo USB.
Controllate che nelle notifiche compaia l opzione di "debug" e la richiesta di attivazione della memoria interna del telefono, cliccare su questa ultima notifica per far attivare questa memoria all interno del PC come una chiavetta (prima di scollegare il cavo USB ripetere l operazione per disattivare la memoria).
Scompattate e aprite il primo file zip, eseguite l installatore SDK Manager con un doppio click e deselezionate tutte le opzioni di installazione che vedete nella finestra di installazione, selezionate solo queste due: Android SDK Platform-tools revision e Google USB Driver package revision e installatele, serviranno a fornire i mezzi opportuni per fare riconoscere il terminale Android con il PC, andiamo quindi su Gestione dispositivi dal Pannello di Controllo di Windows (che in Windows 7 si trova in Sistema), individuiamo il nostro dispositivo Android (probabilmente avrà anche il segno del triangolino giallo accanto), clicchiamoci con il tasto destro e selezioniamo Aggiorna software driver.
Clicchiamo su Cerca il driver nel computer e specifichiamo il percorso dei driver che abbiamo appena scaricato. Si troveranno nella cartella android-sdk/extras/google/usb_driver. Clicchiamo su Avanti e il nostro dispositivo sarà riconosciuto correttamente.
Dopo aver verificato che ora nella finestra dei dispositivi compaia il driver al posto del triangolo giallo di fianco al dispositivo Android, scompattate e aprite il secondo file zip e fate doppio click su "runme", premete un tasto qualunque della tastiera come richiesto nella finestra di Windows per avviare la procedura, alla fine del procedimento premete nuovamente per chiudere questa finestra, ora il vostro Android è "rotato".

I terminali con i quali il sistema è stato collaudato si trovano nella prima guida a cui mi sono ispirato.
Io l ho messa in pratica sul mio Nexus S GT-i9023 con Android 2.3.6, questo nella foto sotto.

Aggiornamento: la procedura descritta in questa guida si è rivelata solo momentaneamente efficace su Android 3.6 e non funziona su Android 4.0.3, per avere un Nexus S rotato e non solo, seguite questa guida per aggiornare alla versione 4.0.3 e questa per rotarla.