Google+

sabato 22 novembre 2014

Le FEMEN rapiscono un prete

Le +FEMEN oggi hanno rapito un prete in una località inprecisata, lo tengono in ostaggio per impedire l' annunciato viaggio del Papa al parlamento europeo.
Chiarisco subito che questa storia è molto probabilmente una messa in scena delle FEMEN o per meglio dire, un nuovo modo di rappresentare nel loro "teatro di strada".
Ho l impressione che le FEMEN stiano ora imitando la messa in scena che fanno i gruppi islamici fondamentalisti davanti ai media occidentali. Sotto si vede la foto del presunto prete in ostaggio e intorno ci sono tre ragazze incappucciate in nero con scritte nere sui corpi. Nella loro pagina su Facebook dichiarano:  Nous demandons l'annulation de la visite du Pape au Parlement Européen en échange de la libération de notre otage.


Hanno pensato di fare anche un video di questo rapimento per rendere tutto più credibile, Youtube ha già cancellato questo video per violazione delle sue regole sulla violenza, ma io nel video non ci vedo nulla di particolarmente violento, in pratica sermbra che le ragazze protagoniste del video costringano con forza l uomo a seguirle, ma ripeto, non è possibile stabilire da questo video se vera violenza ci sia stata oppure se si tratti di una messa in scena per attirare l attenzione alla loro protesta.
Questo sotto è il video su Vimeo


FEMEN kidnaps a priest from FEMEN France on Vimeo.

Di recente c era stata una protesta delle stesse FEMEN per lo stesso fine in piazza San Pietro a Roma, vedi qui e qui in italiano.
In quella protesta è stato fatto questo video.



E per "nun farsi mancare nulla"...come si dice a Roma, avevano fatto anche una comparsata alla trasmissione televisiva Anno Uno.




FEMEN nel mio Evernote
FEMEN nel mio Pinterest

venerdì 19 settembre 2014

Rivista di omeopatia il granulo 25



Questa rivista è pubblicata dalla FIAMO.

domenica 14 settembre 2014

Come mettere al sicuro i propri documenti informatici

Ci sono molte possibilità di assicurare i documenti (per documenti intendo i file tipo .doc .pdf .jpg....) in un PC per evitare di dover recuperarli in caso di cancellazioni per errore e guasti di ogni genere, io ho scelto di spiegare le possibilità più semplici, adatte alla maggioranza delle persone, perchè secondo me è più importante suggerire un buon metodo agli utenti comuni piuttosto che ai professionisti. Un professionista come uno studio medico ad esempio ha già chi provvede a queste cose, non deve arrabattarsi a cercare soluzioni per problemi che potrebbero anche non presentarsi, ma per un utente qualsiasi può essere molto importante seguire le indicazioni che io ho sperimentato personalmente.

1-usare un sistema operativo privo di virus come Linux, Mac OS X, FreeBSD.....
oppure avere un antivirus aggiornato che funzioni bene.

2-usare le applicazioni on line per produrre e ricoverare sullo stesso servizio i documenti creati, come ad esempio si può fare con i servizi messi a disposizione da Google e da Microsoft, entrambi i servizi salvano i documenti da ufficio in formato Microsoft per cui non ci sono incompatibilità di lettura con qualsiasi lettore che possiamo avere sul nostro PC o su quello di altri.
Se poi usiamo Windows 8 o successivi o i PC di Google che hanno un sistema operativo nato per interfacciarsi con i servizi on line della stessa Google, oppure un telefonino con i servizi corrispondenti, allora possiamo avere la copia di ogni documento creato sul web, nel PC o nel telefono. In questo modo è possibile consultare ogni documento e modificarlo senza avere bisogno di una rete internet, perchè ogni documento modificato in assenza di rete verrà poi sincronizzato con la sua copia che si trova sul server, al prossimo collegamento.
Il vantaggio principale di questa soluzione è l uso di applicazioni ufficiali e gratuite che non hanno bisogno di nessun aggiornamento, si può accedere e modificare i documenti in ogni parte del mondo sul web, dal PC, dal telefonino....
Gli svantaggi sono pochissimi per la maggioranza degli utenti, ma possono essere importanti come ad esempio l incompatibilità dei formati liberi da ufficio o una parziale compatibilità di questi.
L impossibilità di caricare dei file di grandi dimensioni sul server e di sincronizzarli per la bassa velocità della linea internet, questo può succedere con un video di una certa lunghezza.
La possibilità che i nostri file possano venire letti da esperti di antiterrorismo o di altri reati da parte dei servizi segreti americani, alla ricerca di informazioni "sensibili".
La difficoltà di memorizzare e di scrivere una password per l accesso a questi servizi, di almeno 20 caratteri alfanumerici, per ottenere un buon livello di sicurezza se non si usa un password manager come KeePass, LastPass o quello che si trova di serie in Firefox

3-usare applicazioni sul PC come Office o LibreOffice, Acrobat.....per creare i documenti e poi usare un servizio on line dotato di un applicazione installata su PC come Wuala, SpiderOak.... per avere una copia automatica on line al riparo da ogni danneggiamento e la criptazione per ottenere il massimo della riservatezza (con alcuni servizi è possibile scambiare i file in modo riservato con gli altri utenti).
Per usare questi servizi, bisogna scaricare l applicazione corrispondente per sincronizzare le cartelle o i singoli documenti che si vogliono copiare sul server, con SpiderOak ad esempio è possibile sincronizzare una cartella particolare dedicata a SpiderOak in tutti i PC e i telefonini che si possiedono e qualsiasi altra cartella/documento, in questo modo se il mezzo che stiamo usando va perso, rubato, danneggiato.....rimarrà la copia di ogni documento scelto per il suo salvataggio sul server di SpiderOak.
Si tratta in pratica di un backup automatico immediato dal PC al servizio on line, i documenti vengono creati in principio sul PC e subito vengono ricopiati/sincronizzati sul server.
Il vantaggio principale di questa soluzione rispetto a quella precedente è che la sicurezza è massima, perchè nessuno andrà a sbirciare tra le nostre cose.
Gli svantaggi sono simili alla precente soluzione, con in più il dovere installare e aggiornare le applicazioni in ogni nostro dispositivo che abbiamo e se usiamo Office o simili, bisogna pagare la licenza di uso.

Consiglio a tutti la soluzione 1, è meglio lasciare fuori dalla porta i virus e le schifezze varie di Windows e dormire sonni tranquilli.
Faccio presente che è anche possibile virtualizzare Linux all interno di Windows a costo zero, per chi non lo sapesse ;)
La soluzione 2 la consiglio a chi non vuole troppi pensieri e non ha nessun documento compromettente di cui vergognarsi (tenendo conto che molto difficilmente un agente segreto va a ficcanasare i documenti di un utente qualsiasi).
La soluzione 3 la trovo ottima invece per chi come me non usa Office e/o usa raramente documenti da ufficio o per i paranoici della sicurezza assoluta.

Io uso SpiderOak, non ho Office, ho LibreOffice con Linux Mint 17 in partizione a fianco di Windows 8.1 e un telefonino con Android in versione MIUI, non ho bisogno di avere un applicazione per creare pdf e i video li copio su un disco esterno.
Sotto vedete la finestra di SpiderOak che appare all avvio sul mio PC. Questo mi basta in questo momento per non preoccuparmi dei miei documenti sul mio Linux, sul mio Windows e in futuro anche sul mio Android.
Con SpiderOak non faccio nessun backup (ad eccezione dei video), non devo pagare nulla per il servizio se non supero i 6 GB di spazio e posso accedere ai documenti anche dal sito (cosa impossibile con Wuala per una sicurezza ancora maggiore).

Per chi volesse 1 GB di spazio in omaggio con SpiderOak, può registrarsi in questa pagina

(clicca per ingrandire)

notare il collegamento alla cartella condivisa "SpiderOak Hive"

venerdì 5 settembre 2014

Le FEMEN spagnole in un documentario di Maria Murnau

La +FEMEN  Maria Murnau è autrice di questo documentario, non so se questa Murnau sia parente con il noto regista Friedrich Wilhelm Murnau, ma mi sembra che abbia fatto un ottimo film.
Questo è il canale video di Maria e questa è la pagina Facebook delle FEMEN spagnole, che sono, a mio parere, uno dei migliori gruppi appartenti a questa associazione femminista mondiale.


Dios es una mujer from Maria Murnau on Vimeo.


Rocío, di Barcellona
(un buon motivo per seguire le FEMEN spagnole) 


FEMEN nel mio Evernote
FEMEN nel mio Pinterest


lunedì 11 agosto 2014

La trasmissione Share su Radio 2 denigra l omeopatia

La trasmissione Share, in onda su RAI Radio 2, ha denigrato pubblicamente l omeopatia definendola pericolosa perchè capace di allontanare i malati dalle cure vere.
Questa trasmissione radiofonica si basa sul mondo della rete, riporta quello che succede nel web con notizie e interviste, si può ascoltare il sabato e la domenica al pomeriggio.
Questo è quello che dicono di loro stessi in sintesi:

"La notizia data prima degli altri, presa direttamente dalla fonte, sul web, verificata con gli esperti, condivisa con gli ascoltatori, commentata con gli utenti della rete. Tutto questo è Share"

Verificata col cazzo, dico io. Questa è gente che dice di verificare le notizie in rete.....e poi non verifica un beneamato cazzo di niente, oppure, verifica quello che gli pare e/o come gli pare.
Questo loro modo di fare si è ben ascoltato domenica 10 agosto nel podcast che vedete sotto, ascoltandolo poteve capire da voi che i due conduttori "Il guru del web Gianluca Neri e la Tweet star Daniela Collu", hanno preso una delle più note dicerie del web sull omeopatia e l hanno fatta loro ripetendo "a pappagallo" quello che il noto mago ciarlatano James Randi ha detto in uno dei suoi spettacoli contro l omeopatia. Ma non soddisfatti di questo, hanno anche affermato che l omeopatia è pericolosa perchè capace di distogliere le persone malate dalle cure vere.
Questa sarebbe una notizia che loro dicono verificata con gli esperti! Niente altro che quello che gira in rete, preso e sbattuto come vero in radio e in questo caso con un supporto arbitrario
Una bella bufala d agosto per fare sensazione, anzi, per fare....SHARE!!!!
Il guru del web Gianluca Neri e la Tweet star Daniela Collu - See more at: http://www.share.rai.it/dl/portaleRadio/Programmi/Page-af4250a0-5310-4356-9649-4c7cbd58d56d.html#sthash.5EAt2nbC.dpuf

Io stesso avevo scritto sulla vicenda Randi-omeopatia, date un occhiata qui.

Per ascoltare, fate attenzione a cliccare con la punta del cursore sul bordo inferiore del pulsante di avvio perchè questo non funziona con Firefox e Chrome, poi cliccando sulla striscia dei minuti in basso, selezionate il minuto 7


sabato 9 agosto 2014

farsi tramite per...

farsi tramite per unirsi e per separarsi
fare da tramite per unire e per separare


mercoledì 23 luglio 2014

Un reportage sulle FEMEN tedesche

E apparso da poco un ottimo reportage sulle +FEMEN tedesche, in questo video ho notato in particolare al minuto 12, il bel seno di una bella tedesca dipinto dalla FEMEN Klara e la successiva protesta contro l Islam radicale.
Seguite queste ragazze su Facebook qui.



FEMEN nel mio Evernote
FEMEN nel mio Pinterest